TALK

Synecdoche & Haiku: L’ubiquità oltre la Fotografia

<< Torna ai talk
new-york-erwitt

michael-rubin

Michael Rubin

Fotografo d'arte, Direttore - The Rubin Collection

Tutti abbiamo una macchina fotografica. Due miliardi di nuove fotografie vengono create ogni singolo giorno – più di tutte le fotografie mai create, in totale, dalla nascita della fotografia per i successivi 150 anni. Ma le foto che stiamo creando sono generalmente usa e getta, non memorabili, e in genere solo di interesse per un piccolo gruppo di amici. Qual è, allora, il senso della fotografia? Cosa possiamo fare per rendere le nostre foto migliori?

Rubin descriverà il movimento nella fotografia chiamato “modernismo”, evolutosi 100 anni fa con la prima proliferazione pubblica delle macchine fotografiche. Poi mostrerà come si è spostato da un ruolo meramente utilitaristico della fotografia con l’adozione di due concetti letterari – sineddoche e haiku – che letteralmente e metaforicamente applica tutti i giorni alla fotografia. In un’ora il vostro rapporto con la fotocamera si potrà trasformare andando oltre l’immagine, oltre il luogo comune, tornando alla fotografia come dovrebbe essere: immagini uniche che abbiano scopo, struttura, umorismo e bellezza.

Photo: “New York” 1946 © Elliott Erwitt