TALK

Demistificare i miti sulle startup, valutare gli studi di videogiochi e allineare l’investitore “fantastico” e i fondatori

<< Torna ai talk

LK Shelley

Managing Partner - Affiniti Ventures | AV(M)

Investire nelle start-up nelle fasi iniziali, in particolare nel settore dei contenuti creativi come i videogiochi, comporta rischi sia per gli investitori sia per i fondatori. Ci sono un sacco di incomprensioni possibili e serve una buona base di conoscenze tra la comunità sui finanziamenti VC, quali ruoli, responsabilità e valori strategici avere. Tuttavia, spesso questo settore viene percepito come “denaro facile” o come uno “squalo costoso”. Di conseguenza ci sono molti disallineamenti; e il processo di riunire le due parti e trovare un accordo diventa inevitabilmente più difficile. Nel frattempo, il videogioco come impresa ha caratteristiche diverse, un diverso ciclo economico e finanziario, quindi è anche importante adeguare il modello generale di finanziamento e valutazione e applicare una struttura ibrida di finanziamento per allineare meglio gli interessi di tutte le parti e generare il massimo ritorno sugli investimenti (ROI).

Questo intervento illustra la panoramica generale dell’industria del settore, del processo e della natura del business del videogioco per individuare come fornire la migliore valutazione per le attività, la scala e la crescita del business; E nella maggior parte dei casi per trasformare uno studio non finanziabile in una startup finanziabile.

Condividi questa pagina