pratik-shah

Pratik Shah del MIT Media Lab lavora nel campo che si colloca all’intersezione tra nanotecnologie, imaging medicale, diagnostica a basso costo, imprenditorialità e soluzioni per migliorare la salute umana. È impegnato ad aumentare gli sforzi per la salute e la tecnologia gestiti dal Camera Culture Group del MIT Media Lab.
Shah ha competenze scientifiche di imaging clinico per l’apprendimento automatico, di realtà aumentata (AR), diagnostica a basso costo, non-profit, start-up, dispositivi medici e diversi approcci di qualità, tra cui il sequenziamento del DNA parallelo, la tecnologia digitale per l’espressione genica, proteomica e metabolomica. Sta sviluppando la nuova generazione di sistemi di imaging clinico non ionizzanti alimentati da piattaforme di visione artificiale e apprendimento automatico.
Pratik ha seguito diverse start-up della zona di Boston di tecnologia sanitaria legate al MIT, è giudice nelle competizioni imprenditoriali MIT 100K e Mass Challenge ed è tra i fondatori di realtà non-profit per test di qualità per smartphone delle acque a basso costo.
Gli interessi di ricerca del suo laboratorio spaziano nei campi di imaging computazionale, computer vision, realtà aumentata e virtuale per l’imaging medico, ingegneria genetica, machine learning e dispositivi medici. La sua laurea e la ricerca post-dottorato lo hanno portato alla scoperta di un nuovo componente del vaccino per la protezione contro la polmonite batterica, sottoposto a sperimentazione clinica, all’identificazione di nuovi percorsi associati alle infezioni gastrointestinali, a prove a basso costo della qualità dell’acqua in via di sviluppo. Shah ha presentato il suo lavoro nelle principali conferenze di computer grafica, machine learning e imaging medicale.
Pratik è il destinatario di un premio nazionale dell’American Society for Microbiology, così come di una borsa di studio indipendente dal Massachusetts General Hospital. Ha conseguito un BS, un MS e un dottorato di ricerca in Microbiologia, e ha una borsa di formazione del Broad Institute del MIT e di Harvard, del Massachusetts General Hospital e della Harvard Medical School.