<< Torna agli speaker

Barry Meade

Co-Founder, Business Director
Fireproof Studios


TALK TENUTI

Realizzare “The Room” e il perduto business dell’arte


barry-meade

La carriera di Barry Meade ha inizio a Dublino, in Irlanda, nel 1992, lavorando su titoli di ‘edutainment’ relativi alla salute per SNES, Amiga e PC. Nei primi mesi del 1994 si trasferisce in Gran Bretagna per unirsi alla Bullfrog Productions Ltd, dove ha lavorato come lead designer e artista/animatore su titoli come Magic Carpet 1 & 2, Syndicate Wars, Dungeon Keeper e molti altri. Nel corso dei successivi dieci anni, Barry ha lavorato per diversi studi come game designer (Acclaim Teeside, Negative Productions, Mucky Foot) prima di riavviare la sua carriera nel 2003 tornando a lavorare come artista. È stato assunto nel 2004 come character artist per i Criterion Studios, lavorando su BLACK e successivamente su Burnouts 3 e 4 e Paradise. Nel 2008 Barry e cinque amici hanno lasciato la Criterion per formare i Fireproof Studios, pluripremiato studio di outsourcing. Fireproof ha pubblicato il suo primo gioco, The Room, su iPad nel mese di settembre 2012 e nel 2016 la serie è arrivata a vendere oltre 17 milioni di copie.

Mentre molti nuovi sviluppatori indie sognano di realizzare il grande colpo, Fireproof Studios è andato nella direzione opposta – almeno in un primo momento. Essendo una squadra segnata dall’esperienza di creare giochi a tripla A per la serie Burnout dei Criterion Games, i fondatori di Fireproof cambiano strada e si trasformano in una start-up di outsourcing, specializzata nella progettazione e nell’artwork. Tutto questo è servito per finanziare il loro sogno di creare un gioco e, infine, nel 2012 hanno raccolto un budget di 90.000 dollari per assumere un programmatore con questo obiettivo. Quel gioco era The Room. Rilasciato senza budget per pubblicità o marketing e senza un editore o altro, The Room ha raggiunto milioni di copie vendute e recensioni entusiastiche, arrivando a vincere il titolo di Game of the Year 2012 di Apple.